Prima Squadra 2012-2013

E-mail Stampa PDF

COPPA PIEMONTE: RAGAZZE, CHE PECCATO!

Romagnano-Juventus 051
JUVENTUS – ROMAGNANO  1 – 2

Le ragazze di Bonvegna non riescono a bissare il successo in Campionato con la vittoria in Coppa Piemonte e devono cedere il trofeo ad un caparbio Romagnano che si conferma quindi la bestia nera delle bianconere in questa stagione.

Come spesso accade nel calcio, la finale finisce per non essere una bellissima partita dal punto di vista tecnico, ma sicuramente intensa dal punto di vista emotivo.

Molti gli errori da ambedue le parti, ed alla fine chi sbaglia meno si porta a casa il trofeo.

Primo tempo di netta marca bianconera, con almeno 6 nitide occasioni da goal. Al 9’ Benatello manda in porta Gueli che calcia debolmente, al 15’ una bella punizione di Gueli pesca Gilli che però viene anticipata di un soffio dal difensore che manda in angolo, al 28’ bella conclusione dal limite di Giuliano e solo la traversa salva il Romagnano, al 39’ Gueli mette in mezzo un velenoso pallone che Usseglio riesce solo a sfiorare di testa e la palla esce di un soffio, al 40’ ancora Usseglio fa tutto bene nel preparare la conclusione, ma poi quando si trova sola al cospetto di Notaristefano calcia debolmente, ed in pieno recupero Benatello sfiora il palo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. 

Il Romagnano si affaccia di rado nell’area bianconera,  al 20’ l’11 si libera bene ma calcia ampliamente fuori,  al 24' un pericoloso traversone dell’11 viene neutralizzato da una perfetta uscita di Milone ed al 26’ sempre la 11 sfiora il palo su punizione.

Il secondo tempo inizia con un bel gesto tecnico di Gueli che, spalle alla porta, controlla e gira un pallone che sfiora il palo, un minuto dopo su un bel traversone in area si avventa ancora Gueli ed il 5, nel tentativo di anticiparla, infila la propria porta portando in vantaggio le bianconere. Ancora Usseglio ha due buone occasioni, una al 4’ in cui, da buona posizione, pasticcia nel controllo ed una al 13’ su servizio di Cardone fallisce la buona occasione calciando fuori, al 24’ Gueli su punizione colpisce la seconda traversa della partita, da qui in avanti la Juventus cala leggermente e il Romagnano ne approfitta e comincia a crederci.

Al 22’ Milone con una coraggiosa uscita strappa il pallone dai piedi di Soragni lanciata a rete, al 34’ il Romagnano sorprende la difesa bianconera con la più classica delle azioni in contropiede e Soragni,  servita da una compagna apparsa ai più scattata nettamente in fuorigioco, firma il pareggio. Le due squadre vogliono evitare i supplementari e provano a vincere ma non riescono più a produrre vere e proprie occasioni da goal e quando ormai l’extra time sembra inevitabile arriva il goal che vale la coppa per il romagnano.  A 2 minuti dal termine, ancora sul filo del fuorigioco, il Romagnano supera la difesa bianconera e si presenta al cospetto di Milone che si oppone come può al primo tiro, che intercetta ma non riesce a trattenere, si avventa sulla palla ancora Soragni che insacca. L’assedio delle ragazze di Bonvegna fino al termine dei 5 minuti di recupero concessi dall’arbitro non cambiano la storia della partita.

Vince il Romagnano che ha sfruttato meglio le occasioni che si è creato, le bianconere devono rimanere comunque soddisfatte dei risultati ottenuti in questa annata da ricordare con soddisfazione, qualche rammarico sicuramente rimane per la mancata vittoria in coppa, ma anche le sconfitte sono utili per crescere, soprattutto quando con umiltà si sanno riconoscere i propri errori e da questi imparare per fare meglio in futuro, senza cercare capri espiatori diversi.

Mister  De Caroli non nasconde la propria emozione e assegna alle proprie ragazze tutti i meriti della vittoria arrivata al termine di una stagione costellata di infortuni.  La svolta è stata il vantaggio della Juve, ha data la scossa alla squadra che fino a quel momento non aveva giocato bene. Vittoria giusto premio per un gruppo di ragazze che meritano.

Mister Bonvegna: «C’è il rammarico per le troppe occasioni sprecate, trovo sbagliato che non venga designata una terna arbitrale per una partita così importante, in cui soprattutto il primo, ma anche il secondo goal subito sono apparsi viziati da fuorigioco. La mia squadra non ha giocato una buonissima partita, abbiamo creato comunque più occasioni noi, ma il Romagnano ha saputo sfruttare le sue e noi no».

Juventus Femminile: Milone, Cardone, Longhin, Giuliano, Zola (89’ Rigoni), Trapani, Boniforte, Gilli (50’ Ienopoli), Usseglio, Gueli, Benatello (74’ Mondino). A disposizione: Ronchietto, Palmero, Pagliano. Allenatore: Bonvegna.

Ammonite: 29’ Trapani, 56’ Gueli.

Romagnano: Notaristefano, Scalcon, Giannetti, Nidasio, De Nicolò, Soncin (52’ Frisardi), Tuberga, Zaretti (76’ Berghi), Soragni, Pella (65’ Nerito), Zignone (89’ Zampieron). A disposizione: Lomazzi, Marchetti, Orgin. Allenatore: De Caroli.

Ammonite: 58’ Giannetti, 84’ Berghi. Marcatori: De Nicolò (aut), 79’ e 88’ Soragni.

R.T.

 

 

E-mail Stampa PDF

FINALE COPPA PIEMONTE

FINALE

Dopo una brillante stagione di campionato che ha promosso le ragazze di mister Bonvegna in serie A2, le zebrotte saranno impegnate sabato 8 giugno nella finale di Coppa Piemonte Serie C contro il Romagnano.

L'incontro avrà inizio alle ore 18 presso il campo sportivo di Santhià sito in strada Vecchia di Biella.

Vi aspettiamo numerosi!

E-mail Stampa PDF

COPPA PIEMONTE: SEMIFINALE DI RITORNO

gilli-giovanna-g
LUSERNA - JUVENTUS 1 - 1

 

Al termine di una partita abbastanza nervosa e tecnicamente non molto bella, le ragazze di Bonvegna staccano il biglietto per la finale della coppa Piemonte.

Le nostre ragazze affrontano la semifinale di ritorno, forti del largo vantaggio ottenuto nella gara di andata, con conseguente minor determinazione e cattiveria nel cercare il risultato positivo, le avversarie del Luserna viceversa scendono in campo con l’intenzione di riscattare la pesante sconfitta subita sette giorni prima al Faccioli.

La gara risulta meno bella tecnicamente che all’andata, il Luserna per larghi tratti del primo tempo prova a mettere in difficoltà la difesa bianconera, soprattutto con azioni che nascono da palla inattiva, la difesa bianconera si difende bene ma la squadra costruisce poco in attacco. La partita si sbocca intorno alla mezz’ora, grazie ad una bella realizzazione di Pons; la squadra bianconera prova a reagire ma il suo sforzo offensivo non produce l’effetto sperato e si va al riposo con il Luserna in vantaggio per un goal a zero.

Stesso copione ad inizio ripresa, nel primo quarto d’ora predominio delle ragazze di casa che sfiorano il raddoppio in più occasioni, poi la partita cambia volto, le ragazze di Bonvegna si fanno sempre più intraprendenti ed il Luserna si limita ad azioni di rimessa.

Il forcing finale premia la squadra bianconera che perviene al pareggio al 90’ grazie alla giovanissima Gilli, in campo da soli 6 minuti al posto di Trapani, pronta a ribadire in rete un doppio palo sulla bella, ma sfortunata conclusione di Gueli.

Mister Bonvegna: «Partita difficile, le ragazze si sono un po’ troppo adagiate sul vantaggio ottenuto domenica scorsa. Non abbiamo prodotto il bel gioco visto all’andata, abbiamo lasciato più spazio a loro che però, oltre il goal frutto di una bella azione, non ci hanno creato grossi pericoli».

Luserna: Serafino, Boggio, Ippolito, Massarelli, Daniele, Bianco, D’Ancona, Pons, Bruno (29’ Minniti), Carofalo (81’ Scavino), Mazzucchetti. A disposizione: Campanino, Toscano, Olivero, Falco, Gueli. Allenatore: D’Herin.

Femminile Juventus: Milone, Cardone, Longhin, Giuliano, Zola, Bretto, Boniforte (81’ Rigoni), Trapani (84’ Gilli), Usseglio, Gueli, Benatello (53’ Tomei). Allenatore: Bonvegna.

 

Marcatori: 32’ Pons, 90’ Gilli.

Appuntamento l'8 giugno, su campo neutro, per la finale contro il Romagnano.


R.T.

E-mail Stampa PDF

SEMIFINALE COPPA PIEMONTE: DOMINIO BIANCONERO

Trapani Giulia
DOMINIO BIANCONERO CONTRO LUSERNA: 6-2

Con una delle più convincenti prestazioni della stagione la squadra di Bonvegna supera nettamente il Luserna nella partita di andata delle semifinali della Coppa Piemonte e mette una grossa ipoteca sull’accesso alla finale.

Le ragazze bianconere scendono in campo determinate a dimostrare la loro superiorità sul Luserna, una delle squadre che fino all’ultimo le ha conteso la vittoria finale nel campionato di serie C appena concluso e, dopo solo 10 minuti, si potrebbe già dire che la missione è compiuta, grazie alla doppietta di Boniforte che al 7’ sblocca il risultato su servizio di Usseglio e al 9’ raddoppia con un tirocross che sorprende Serafino. Usseglio al 10’ porta a 3 le reti di vantaggio sfruttando alla perfezione l’assist di una Trapani oggi in grande spolvero.

Le ragazze del Luserna si rendono pericolose poco prima della mezz'ora con due punizioni che impegnano Milone e accorciano le distanze al 26’ con Toscano che di testa insacca sugli sviluppi di un corner. Ma le giovani bianconere oggi non concedono nulla alle avversarie e ristabiliscono immediatamente le distanze con Gueli al 28’ che, servita da Usseglio, controlla il pallone e batte per la quarta volta Serafino.

Al 30’ il Luserna segna il secondo goal, grazie ad uno sfortunato intervento di Longhin che batte il proprio portiere e rimette momentaneamente in partita il Luserna, ma la reazione delle bianconere non si fa attendere e costringe la difesa delle ospiti a fermare ripetutamente in modo irregolare gli attacchi bianconeri. Ne scaturiscono 3 punizioni nel giro di 3 minuti: sulla terza al 40’ irrompe Bretto che firma il 5 a 2 con cui si chiude il primo tempo.

Alla ripresa del gioco i ritmi non calano, la Juventus prova insistentemente ad arrotondare il risultato ed il Luserna a sua volta impegna più volte Milone, ma è ancora Gueli al 65’ a segnare il suo nome sul tabellino dei marcatori che, su assist di Boniforte, batte per la sesta volta Serafino e fissa definitivamente il risultato sul 6 a 2.

Gli ultimi 25 minuti scorrono divertenti ma senza più reti, Bonvegna inizia la girandola delle sostituzioni e la squadra controlla gli ultimi tentativi di rimonta del Luserna senza correre troppi rischi fino al termine dei 90 minuti.

Oggi le ragazze bianconere hanno giocato veramente un bel calcio e Bonvegna ne è giustamente fiero: «Abbiamo vinto contro una delle due squadre che in campionato non eravamo riusciti a battere e lo abbiamo fatto alla grande, con un risultato che non lascia dubbi; abbiamo espresso un gran gioco, se continuiamo a giocare in questo modo possiamo vincere anche la Coppa. Tutto molto bello, peccato per i due goals subiti, brave tutte le ragazze, in particolare Trapani che oggi ha illuminato il centrocampo».

Femminile Juventus: Milone, Cardone, Longhin, Giuliano, Zola, Bretto, Boniforte (88’ Rigoni), Trapani, Usseglio (79’ Tomei), Gueli (90’ Gilli), Benatello (89’ Pagliano). Allenatore: Bonvegna.

Luserna: Serafino, Ippolito, Toscano, Curcio, Daniele, Bianco, D’Ancona (46’ Pons), Gueli (63’ Minniti), Bruno, Carofalo, Mazzucchetti. A disposizione: Campanino, Minniti, Boggio, Pons, Scavino, Massarelli, Falco. Allenatore: D’Herin.

Marcatori: 7’ e 9’ Boniforte, 10’ Usseglio, 26’ Toscano (L), 28’ Gueli e 65’ , 30’ Longhin (A), 40’ Bretto.

L'altra partita di semifinale di andata tra Romagnano e Aosta è terminata 13 a 0.

R.T.

Pagina 1 di 10

Meteo